Inizialmente chiamato mela aurea fu presto tradotto in pomo d’oro, per il suo colore dorato, oggi conosciuto come pomodoro. Dalla sua scoperta, ed in un arco temporale relativamente breve,  il pomodoro è diventato uno dei principali ortaggi sulle tavole soprattutto per le sue innumerevoli qualità organolettiche, per l’ottimo sapore e per le sue qualità benefiche per la salute.

Il pomodoro è infatti ricco di antiossidanti come beta-carotene e licopene, flavonoidi, aminoacidi, vitamina E, lecitina, fitosteroli e minerali come rame, ferro e manganese.

Innumerevoli qualità le troviamo anche nell’olio estratto dai semi e dalle bucce nonché dai materiali di scarto vegetali. Infatti dalla trasformazione dell’industria si è studiata la possibilità di rivalutare gli scarti di lavorazione mediante il recupero di prodotti quali oli e pigmenti ( beta carotene e licopene) ad alto valore aggiunto utilizzabili sia nell’industria alimentare che in quella cosmetica.

La presenza di acidi grassi essenziali quali l’acido linoleico al 50-55% (omega 6), uno dei principali costituenti delle membrane cellulari, contribuisce a rafforzare la funzione di barriera cutanea, contribuendo a regolare le divisioni cellulari, l’elasticità dei tessuti e agire come emolliente, mantenendo la pelle idratata e morbida. E’ molto indicato anche per le pelli irritate o con acne che possono trarre  beneficio dall’applicazione topica di questi acidi grassi.

Inoltre nel pomodoro è presente  acido palmitico al 25% che aiuta a preservare il prodotto e ha un effetto antiossidante e quindi di protezione della pelle dai radicali liberi nonché  acido oleico (omega 9) a circa il 15%, che ha proprietà antinfiammatorie e rigenerative dei tessuti.

Una delle attività di Tomatrack sarà proprio quella legata all’estrazione di olio dai semi di pomodoro.